Blog

Maria Calderone Atelier / Blog  / Il ringraziamento degli sposi ai partecipanti del banchetto nuziale: la bomboniera

Il ringraziamento degli sposi ai partecipanti del banchetto nuziale: la bomboniera

Uno dei momenti più importante della celebrazione di un matrimonio è di sicuro quello del ringraziamento che gli sposi fanno a tutti i partecipanti, al momento più divertente del matrimonio il banchetto nuziale, per la partecipazione attiva al giorno più importante della loro vita.

Il simbolo di questo “grazie” è rappresentanto dalla bomboniera, un oggetto che viene consegnato come dono alla fine della festa lasciando un ricordo di loro e di quanto è accaduto di bello nel corso della giornata.

L’usanza della consegna delle bomboniere nasce molti anni da antiche usanze popolari che volevano alla fine della celebrazione che gli sposi consegnassero agli invitati del cibo, come ad esempio un dolce o frutta secca come forma di ringraziamento.

Nel tempo, alle bomboniere si sono sostituiti (o integrati) anche i confetti talvolta distribuiti dagli stessi sposi in una grande ciotola con dei cucchiai di argento.

Spesso si usa mettere a disposizione degli invitati anche un angolo dei confetti, di vari tipi e gusti, per ringraziare tutti per la loro partecipazione al matrimonio.

Ai giorni nostri, lasciate alcune usanze popolari, le bomboniere, dalle più tradizionali a quelle più innovative, rappresentano un importante momento nella fase della preparazione al banchetto nuziale. Non è infatti facile scegliere un oggetto che possa essere di proprio gusto e che possa piacere a tutti gli invitati.

Le usanze popolari naturalmente cambiano da regione a regione, addirittura anche all’interno della stessa regione ci possono essere città con usi e costumi ben diversi.

C’è anche chi ama utilizzare delle interfacce, chiamate wedding planner, che organizzano il matrimonio sotto tutti gli aspetti. Ecco perchè queste figure, nelle diverse fasi organizzative, contattano i diversi interpreti, dal negozio di abiti da sposa fino ad arrivare al parroco della Chiesa.

E’ difficile quindi approcciarsi alla scelta delle bomboniere: solitamente si punta sul classico, come ad esempio utensili per la cucina, o oggetti più raffinati come ceramiche, vetri di murano o i sempreverdi portafoto, portacioccolatini e portacenere. Se si vuole essere ancora più raffinati, si può optare anche per prodotti in argento.

I più innovativi invece possono puntare a qualcosa di alternativo, come ad esempio un libro (magari quello preferito dalla coppia), un fiore particolare o ancora prodotti enogastronomici come vini pregiati o marmellate particolari.

Chi invece vuole uscire dalla massa può optare invece su qualcosa che ultimamente va molto di moda, ossia la beneficenza. In molti infatti optano di investire i soldi da destinare alle bomboniere devolvendo il denaro appunto in beneficenza oppure affidarsi ai negozi che vendono bomboniere del mercato cosiddetto equo e solidale, (prodotti realizzati ad esempio in Africa) il cui ricavato della vendita viene destinato ad aiutare chi ha bisogno.

Insomma c’è  l’imbarazzo della scelta per le bomboniere: ricordatevi però che a genitori e testimoni và consegnato qualcosa di più importante, simbolo della loro presenza nella celebrazione: dagli orologi a bracciali o collanine, l’importante è che sia qualcosa che possa restare a lungo nella vita di queste persone.

Infine, il consiglio che sentiamo di darvi è quello di stabilire un budget in modo da farvi consigliare da qualcuno più esperto, quale tipologia di bomboniera scegliere.

No Comments
Post a Comment